Avviso modifica Condizioni Generali di Contratto Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che CLOUDITALIA ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS - 133/18/CIR - 487/18/CONS - 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.clouditalia.com alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Avviso adeguamento delibera AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, CLOUDITALIA garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, CLOUDITALIA comunica - senza oneri aggiuntivi - le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.
In adeguamento alla predetta Delibera, CLOUDITALIA, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet CLOUDITALIA a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da CLOUDITALIA e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.
I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. CLOUDITALIA non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Fare cloud con il canale in Italia oggi

"Parliamo di un nuovo operatore che, da un lato è un canale, dall’altro è un po’ un vendor poiché produce propri prodotti (anzi: servizi) originali e quindi spesso (ma non sempre) si affida a un canale per la loro veicolazione: i Cloud Service Provider.

Gianluca Bottaro, marketing manager cloud, Clouditalia
"Il nostro modello di go to market è basato su una forte collaborazione con i partner. Quest’approccio intermediato ci permette di essere presenti sul territorio in modo capillare, con profili di interazione con il cliente molto specializzati. La nostra strategia è proprio quella di offrire soluzioni a Km 0 garantite dalle nostre infrastrutture, la nostra capacità di ascoltare le esigenze dei clienti e tradurle in soluzioni tecnologiche adeguate. Tutto questo è possibile anche grazie ai nostri partner che completano in modo ottimale la nostra offerta con la loro esperienza, competenza e conoscenza del territorio. Il nostro canale è formato da internet & solution service provider, systems integrator, partner commerciali e agenzie. Le imprese italiane che intraprendono il percorso di trasformazione digitale attraverso i servizi cloud si trovano quindi a poter scegliere se avere un rapporto diretto con il cloud provider sfruttando le loro competenze interne o affidarsi a professionisti che storicamente li seguono e di conseguenza conoscono il loro scenario tecnologico e di business. Le piccole e medie imprese italiane hanno caratteristiche molto differenti legate alle dinamiche e peculiarità dei mercati su cui si trovano a dover competere. Al tempo stesso le aspettative in termini di qualità, velocità e competitività sono le stesse delle grandi aziende. L’ecosistema di offerta che abbiamo creato è in grado di rispondere a questa esigenza garantendo, con servizi aggiuntivi, soluzioni verticali, conoscenza del territorio, risposte semplici e veloci Nel 2017 il ruolo del canale rimarrà centrale la trasformazione digitale che stiamo vivendo è sempre più a carico del sistema delle imprese e della loro organizzazione globale. Come evidenzia il report dell’Osservatorio ICT del Politecnico di Milano è necessario che i soggetti coinvolti non siano più e solo i dipartimenti IT o gli IT manager. Chi porta servizi cloud o ICT deve considerare le aziende nel loro complesso e coinvolgere in questo cambiamento tutta la loro organizzazione.""

09/09/2016 Soielinternational.it

Come posso aiutarti?