Avviso modifica Condizioni Generali di Contratto Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che CLOUDITALIA ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS - 133/18/CIR - 487/18/CONS - 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.clouditalia.com alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Avviso adeguamento delibera AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, CLOUDITALIA garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, CLOUDITALIA comunica - senza oneri aggiuntivi - le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.
In adeguamento alla predetta Delibera, CLOUDITALIA, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet CLOUDITALIA a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da CLOUDITALIA e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.
I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. CLOUDITALIA non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Clouditalia, TLC e Cloud le due facce dell'innovazione


Grazie a un’offerta integrata di connettività e cloud, Clouditalia è nella posizione ideale per diventare il partner di riferimento di tutte quelle aziende che vogliono cogliere appieno le opportunità offerte dalla nuova era digitale.

Uscire da una profonda crisi più forti di prima si può, anche nel nostro Paese. È il caso di Clouditalia, la società che ha rilevato gli asset tecnologici ICT di Eutelia, che di fatto nel 2012 perdeva circa un milione di euro al mese, ma che in circa 3 anni ha saputo risollevarsi e ora guarda al futuro con rinnovato ottimismo.

“È stata una sfida impegnativa, che ho deciso di accettare perché convinto che gli asset fondamentali dell’azienda erano validi e che, mettendo a punto un piano strategico ben strutturato, si sarebbe potuto ribaltare la situazione - ricorda Marco Iannucci, che ha assunto la carica di amministratore delegato della società dall'aprile del 2013. Abbiamo cominciato lavorando sulla razionalizzazione dei costi e sull'organizzazione aziendale: abbiamo ristrutturato tutta l’area commerciale, sia per quanto riguarda la vendita diretta che quella indiretta, e tutta l’area tecnica, con evidenti ripercussioni sulla gestione delle risorse umane, migliorando gradualmente tutti i processi, inclusi i rapporti con le rappresentanze sindacali, grazie al piano industriale messo a punto, che ha convinto tutte le parti interessate”.

Il lavoro intrapreso ha cominciato subito a dare i suoi frutti, visto che già nel 2015 la società, che oggi fattura circa 120 milioni di euro, è tornata a registrare un utile, che nel corso del 2016 si è ulteriormente rafforzato. Oramai il risanamento può quindi dirsi concluso, come testimonia anche l’ingresso di Clouditalia nel progetto Elite di Borsa Italiana, una piattaforma internazionale di servizi integrati nata per supportare le imprese nella realizzazione dei loro progetti di crescita.

Copertina Office Automation - maggio 2017