Avviso modifica Condizioni Generali di Contratto Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che CLOUDITALIA ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS - 133/18/CIR - 487/18/CONS - 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.clouditalia.com alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Avviso adeguamento delibera AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, CLOUDITALIA garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, CLOUDITALIA comunica - senza oneri aggiuntivi - le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.
In adeguamento alla predetta Delibera, CLOUDITALIA, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet CLOUDITALIA a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da CLOUDITALIA e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.
I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. CLOUDITALIA non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

La scommessa (vinta) di Clouditalia sulle startup Holsys e ThinkIN



Clouditalia a giugno di quest’anno, ha avviato un programma di casting con Cisco e H-Farm per la scelta delle migliori startup in grado di trasformare l’industria manifatturiera. Tra tutte, la compagnia italiana ha scelto ThinkIN, che ha realizzato una soluzione per monitorare in tempo reale i processi di business sia nel mondo del retail che dei complessi produttivi e industriali. Delle le due declinazioni, la più interessante è sicuramente RetailerIN, un metodo che permette di tracciare il movimento delle persone all’interno dei negozi. L’obiettivo? Affinare l’offerta, approcciando in maniera diversa il cliente, senza cercare di pilotarne le necessità ma incontrando le sue abitudini su una strada comune.

Sempre in un’ottica di innovazione che parte dalle startup, Clouditalia ha scommesso su Holsys e la sua creatura, olOne. Si tratta di un progetto fortemente influenzato dall’Industry 4.0 visto che prevede una piattaforma di Intelligenza Artificiale in grado di interpretare i dati provenienti dall’esterno in maniera automatica, per restituire analytics e trend specifici e personalizzati, peraltro senza doversi appoggiare su un hardware pesante e dedicato ma sfruttando le più comuni CPU (persino un Arm Cortex M0) e dotazioni RAM. Holsys e ThinkIN sono il miglior esempio di come sia possibile innovare in Italia, con idee davvero utili e concrete, partendo quasi da zero. Certo, poi serve qualcuno che si faccia carico di tutto quello che viene dopo (dalla dotazione hardware su vasta scala alla logistica), ed è qui che serve la più ampia dose di lungimiranza, come dimostrato da Clouditalia.


Vai all'articolo di Data Manager