Clouditalia entra nell’esclusiva “ELITE” di Borsa Italiana



Arezzo, 28 novembre 2016 - Clouditalia, primo provider italiano di servizi di telecomunicazione e cloud computing, entra ufficialmente nel programma ELITE di Borsa Italiana, la community internazionale di servizi integrati di Borsa Italiana creata per supportare le imprese nella realizzazione dei loro progetti di crescita. Sale così a 442 il numero di aziende che hanno deciso accettare la sfida di rappresentare la vetrina delle società più performanti del Paese. Nella nuova edizione sono stati annunciati 44 nuovi ingressi, di cui 31 aziende in Italia e 13 in Gran Bretagna che si confronteranno con i migliori modelli e le best practices internazionali per poter sfruttare tutte le occasioni di business matching disponibili.

"La nostra realtà - commenta Marco Iannucci, AD Clouditalia - sviluppa oggi progetti soprattutto per le PMI, posizionandosi come leader nei servizi di telecomunicazione e cloud computing. L’obiettivo è crescere, quindi indivuare aree interessanti, acquisire risorse commereciali e continuare a investire in infrastrutture. Attualmente possiamo contare su 15.000 km di fibra e due Data Center, un terzo in arrivo a Milano. Inoltre, siamo alla ricerca di società di piccole o medie dimensioni da poter acquisire. La scelta del programma ELITE va in questa direzione: avvicinarci al mondo della finanza, farci conoscere e cercare nuovi capitali che ci permettano di crescere."

"Nonostante la nostra società sia ancora in forte espansione - aggiunge Francesco Baroncelli, Direttore Mercato&Operations Clouditalia - possiamo già contare su grandi tecnologie e offerte competitive, forse tra le migliori in Europa. Per i primi 3 anni di attività ci siamo concentrati sulla ristrutturazione dell’azienda. Oggi lo scenario è completamente cambiato: crescita e sviluppo sono i nostri obiettivi principali e, oltre all’investimento sulla tecnologia, possiamo puntare alla ricerca di altri capitali. Abbiamo quindi puntato su ELITE soprattutto per assimilare ancora di più i temi legati al mondo della finanza, mondo al quale pensiamo di avvicinarci molto presto."

Leggi il comunicato completo