Aggiornamento Informative Privacy

Clouditalia desidera informare i propri clienti e/o visitatori che a seguito dell’entrata in vigore del Nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (UE 2016/679), applicabile a partire dal 25 Maggio 2018, sono state aggiornate le Informative Privacy. I documenti contengono importanti informazioni su come Clouditalia raccoglie, utilizza, condivide e conserva i dati personali e su quali sono i diritti degli interessati. Per prendere visione delle Informative Privacy aggiornate clicca qui. Informiamo che le Informative Privacy sono state aggiornate anche all’interno delle Condizioni Generali di Contratto e/o delle Condizioni di Utilizzo dei Servizi con variazione unicamente degli articoli relativi alla Tutela dei Dati Personali. Tali variazioni sono state effettuate in adeguamento alla nuova legislazione Europea in materia di privacy ed essendo imposte da Leggi, Regolamenti e Provvedimenti delle competenti Autorità, saranno automaticamente applicate a far data dal 25 Maggio 2018.
Condizioni valide a decorrere dal 25 Maggio 2018

Agevolazioni per l’utenza colpita dagli eventi sismici del 2016

Clouditalia, ai sensi della delibera 235/17/CONS, così come modificata dalla delibera 317/46/CONS, applicherà le di seguito descritte.

1. Agevolazioni applicate agli utenti a tutti gli utenti residenti nei comuni specificati negli allegati 1, 2 e 2-bis del decreto legge n. 189 che non abbiano dichiarato l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

  • a. Storno, laddove tecnicamente possibile in base alle norme sul trattamento del traffico dati di cui all’articolo 123 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, degli importi delle fatture sospese per i mesi in cui, nel corso del periodo di sospensione delle fatture, non si è registrata attività sulla linea.

La riscossione degli importi dovuti decorrerà a partire dalla prima fattura successiva al termine dello stato di emergenza - e dunque non prima del 28 febbraio 2018. Si precisa che gli importi dovuti, solo se superiori alla cifra di 50 (cinquanta) euro, saranno rateizzati, senza interessi, secondo le modalità concordate con i singoli utenti, in un numero di rate mensili di eguale importo, compreso tra un minimo di tre ed un massimo di dodici.

2. Agevolazioni applicate a tutti gli utenti residenti nei comuni specificati negli allegati 1, 2 e 2-bis del decreto legge n. 189, che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e a tutti gli utenti residenti in altri comuni, non compresi nei suddetti allegati, che dimostrino il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità della propria sede e gli eventi sismici verificatisi a far data dal giorno 24 agosto 2016, dal giorno 26 ottobre 2016 e dal giorno 18 gennaio 2017

  • a. Storno degli importi delle fatture sospese per l’intero periodo di sospensione.
  • b. Possibilità di accesso, in qualsiasi momento, ad una delle seguenti misure gratuite:
    • i. Recesso dal servizio
    • ii. Richiesta di trasloco ad altra sede, con mantenimento della numerazione, ove tecnicamente possibile

Gli utenti interessati presentano istanza di adesione entro il 29 ottobre 2017, fornendo la seguente documentazione:

  • a. copia dell’atto di certificazione dell’Autorità comunale competente, o di equivalente documentazione, sullo stato diinagibilità della originaria unità immobiliare nella titolarità dell’utente, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante l’inagibilità dell’originaria unità immobiliare;
  • b. autocertificazione in cui si dichiara la data di accadimento dell’evento sismico che ha reso inagibile l’abitazione.

3. Agevolazioni applicate agli utenti titolari di impresa con sede ubicata nei comuni individuati negli allegati 1, 2 e 2-bis del decreto legge n. 189, ad eccezione dei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, i quali, non abbiano dichiarato l’inagibilità della sede ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445

  • a. Servizi di rete fissa: sconto del 50% sulle fatture emesse a partire dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento, per un periodo di 6 mesi solari;
  • b. Servizi di rete mobile post pagati: sconto del 50% sulle fatture emesse, a partire dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento, per un periodo di 6 mesi solari;
  • c. Servizi di rete mobile pre pagati: bonus pari al 50% del totale dei rinnovi di credito effettuati nel corso del mese precedente, a partire dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento, per un periodo di 6 mesi solari. Il bonus sarà erogato entro il mese successivo a quello di riferimento e dovrà essere speso entro il termine di 2 mesi dalla data di erogazione.

Al fine di ottenere tali agevolazioni, gli utenti, titolari di impresa, presentano istanza di adesione ad una delle agevolazioni di cui alle lettere a, b e c entro il 29 ottobre, dichiarando, altresì, di non aver presentato medesime istanze ad altri operatori di rete fissa o mobile.

Delibera Agcom completa 235/17/CONS (testo coordinato con le modifiche di cui alla delibera n. 346/17CONS)
Elenco dei Comuni interessati